Assaggi d'Italia: frittate siciliane

Categorie:

Curiosità

  • mail

Proseguiamo con la nostra nuova e speciale rubrica, che vi permetterà di fare un viaggio tra i sapori d'Italia, oltre che tra i ricordi che i piatti tipici di ciascuna regione hanno il potere di evocare in chi ce li racconta.
Il vostro biglietto sarà il gusto, il “mezzo di trasporto” la lettura. Pronti per partire?

Il nostro viaggio continua in aereo: arriviamo in Sicilia, una terra ricca di sole, un'isola in cui quella del cibo è una vera e propria cultura, nota in tutto il mondo e sprigionata dalla terra come dal mare.

Ci immergiamo in una magica atmosfera: la nostra prossima tappa è Marsala (TP), la terra di Rosellina, che ce la racconta attraverso un piatto povero di ingredienti ma ricchissimo di gusto, impregnato di profumi straordinari, oltre che del tipico sapore di casa.

"Queste speciali frittate rappresentano uno dei legami più forti con la mia terra.
Sono fatte con uova, parmigiano, sale, pepe, basilico e mollica grattugiata, presa dal pane avanzato il giorno prima e fatta tostare in padella."

Il composto ottenuto si mescola rigorosamente con la forchetta e non con le fruste, in modo da far amalgamare i sapori proprio come farebbero le mamme, quasi coccolando quel mix super speciale con la loro sapiente arte culinaria.

"Mi ricordano mia mamma, soprattutto quando, nelle sere d'estate, non ha voglia di cucinare piatti troppo complicati oppure quando, avendo pochi ingredienti in frigo, la scelta di preparare le frittate è quasi obbligata."

Un ricordo che continua ad essere portato frequentemente alla memoria anche a Bologna, dove Rosellina ripropone il piatto, deliziando tutti e mettendo un pizzico di Sicilia anche sulle tavole del Nord.

"Il profumo del basilico mi ricorda le sere d'estate e mi fa pensare a casa, alla mia Sicilia e alle uova prese a casa di mio nonno Mario."

Un ricordo che si mescola e si confonde con il sapore stesso delle frittate, così speciali perché regalano, ogni volta, uno speciale viaggio di gusto a chi le assaggia.

Anche questo assaggio d'Italia e d'Abruzzo si conclude qui. Ma è solo la tappa numero 27 del nostro viaggio: continuate a seguirci e correte a fare il prossimo biglietto!

Chiara Pirani

Seguici su facebook: