La Fantasia diventa Storia: M'INCANTO

Categorie:

Curiosità

  • mail

Quante idee particolari e nuove mi frullavano per la testa.

Ne parlavo con mio padre, raccontandogli cosa avevo in mente, quanto ci tenessi a creare qualcosa che stupisse tutti, che li incantasse.

Lui mi guardava un po' distratto, sembrava non ascoltare o non dare troppo peso a ciò che dicevo, forse perchè le idee che avevo io si discostavano un po' troppo dalla sua visione tradizionalista del gelato.

Io, impavido, continuai a proporre.
Quando parlai del mix “meringa, caffè e cioccolato biondo”, le sue pupille si accesero.
Mi guardò fisso negli occhi: percepii nei suoi una luce davvero particolare, come se vi si potesse leggere dentro la ricetta perfetta per quel gusto che tentavo di progettare.

Eh sì, guardando attentamente, mi sembrava proprio di scorgere delle nocciole immerse in un mare di latte: i suoi occhi avevano contribuito a completare il gusto, a renderlo speciale.

La ricetta somigliava proprio tanto a quella del tartufo bianco, noto per il suo potere straordinario, capace di conquistare chiunque al primo assaggio.
Sì, gli somigliava, ma aveva quel qualcosa in più, quella capacità ancora più grande di regalare a tutti il sorriso, un attimo di spensieratezza, un pizzico di felicità.

Latte e infuso di caffè si sposavano alla perfezione con il cioccolato biondo.
Aggiungere le nocciole tostate e la meringa sbriciolata era stata davvero una trovata geniale.

Mi misi subito all'opera.
Il risultato fu davvero eccezionale.

Lo portai subito a mio padre, per farglielo assaggiare, per cercare di fargli il regalo migliore che potesse desiderare.

Lo assaporò. Chiuse gli occhi.

M'incanto”, disse.

Quando li riaprì, vi lessi ammirazione, la stessa che nutrivo io nei suoi confronti.
M'incanto. Grazie papà.

Chiara Pirani

Seguici su facebook: