Grazia's Home: Milinciane ammuttunate

Categorie:

SiciliaSecondi

  • mail

Oggi, la nostra Grazia propone un piatto siciliano doc, anche nel titolo. Protangoniste saranno le melanzane, perfette per essere gustate in una versione ancora più golosa.
“Innanzitutto, voglio spiegarvi il significato di “ammuttunato” nel dialetto siciliano. Questo vocabolo ha vari significati, e ovviamente dipende dal contesto. Per esempio, una persona ammuttunata è chiusa e poco incline alla conversazione, mentre una milincianedda ammuttunata è una melanzanina ripiena o meglio ancora, se si utilizza una traduzione letterale, abbottonata. Leggendo la ricetta, scoprirete il perché dell’utilizzo di questo vocabolo. Buon appetito!”

  • Costo:

    Basso
  • Difficoltà:

    Bassa
  • Preparazione:

    30 minuti
  • Cottura:

    1 ora
  • Dosi:

    4 persone

Gli ingredienti:

8 milincianedde (melanzane piccole)
1l di salsa di pomodoro
4 spicchi d’aglio
1 mazzetto di menta fresca
qualche fogliolina di basilico
250 g di caciocavallo fresco (non stagionato)
olio extravergine di oliva q.b.
½ bicchiere di aceto di vino rosso
2 cucchiaini di zucchero
sale
pepe nero q.b.

La preparazione:

Private le piccole melanzane del picciolo e lavatele molto bene, perché andranno cucinate con la buccia. Dopo averle asciugate, con un coltello a punta fate quattro incisioni lungo tutta la superficie della melanzana, formando quattro fessure profonde ma non molto lunghe. In tre delle fessure inserite tre tocchetti di caciocavallo, tre foglioline di menta, sale e un pizzico di pepe. Nella quarta fessura, al posto del formaggio, mettete mezzo spicchio d’aglio e poi, come nelle altre tasche, menta, sale e pepe. Nel frattempo, preparate la salsa fresca di pomodoro. Dopo aver riempito le milincianedde, mettetele a cuocere in una padella con un po’ di olio a fuoco lento, mescolandole costantemente. La cottura sarà un po’ lunga, infatti avranno bisogno di 60 minuti o poco meno. Non appena saranno cotte, versate le melanzane nella salsa precedentemente preparata e fatele insaporire per 10 minuti. In questi 10 minuti avrete il tempo di preparare l’agrodolce sciogliendo, in mezzo bicchiere di aceto, lo zucchero. Versatelo nelle melanzane con la salsa, alzate la fiamma, fate sfumare e spegnete. Fate raffreddare a temperatura ambiente, condite con olio a crudo e qualche fogliolina di basilico e servite in tavola. Adesso avrete senz’altro capito del perché dell’utilizzo del vocabolo ammuttunate!

Chiara Pirani

Seguici su facebook: